Avv. Alessandra Giordano

alessandra-giordanoNata a Bari il 19 marzo 1967, ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari maxima cum laude il 7 luglio 1989 ed invito alla prosecuzione degli studi, discutendo una tesi sperimentale in diritto processuale penale (relatore Prof. Avv. Vincenzo Perchinunno), essendo stato appena emanato il nuovo codice di procedura penale “Vassalli” (entrata in vigore il 24 ottobre 1989).

Nel 1992 ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione forense e nel medesimo anno è risultata, altresì, vincitrice del concorso a cattedra per l’abilitazione all’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche.

A far data dal 1992 è entrata a far parte dello Studio del Prof. Avv. Gaetano Veneto, ordinario di diritto del lavoro e della previdenza sociale presso l’Università degli Studi di Bari.

Nel 1995 si è trasferita a Roma, iniziando la sua collaborazione professionale presso lo Studio del Prof. Avv. Renato Scognamiglio, ordinario di diritto del lavoro presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Accademico dei Lincei.

Nel 1999 è entrata a far parte dello Studio Legale Tonucci – sede di Roma -, di respiro internazionale, nell’ambito del dipartimento diritto del lavoro.

Nel 2001 ha iniziato la sua esperienza professionale nell’ambito del Dipartimento Diritto del Lavoro e Previdenza Sociale dello Studio legale Pavia e Ansaldo – sede di Roma – di rilievo internazionale e con spiccata vocazione imprenditoriale.

Dal 2004 è abilitata all’esercizio della professione forense dinanzi alla Giurisdizioni Superiori.

A far data dal 2008 è diventata partner dello Studio Legale Pavia e Ansaldo, rivestendo il ruolo di Responsabile “Dipartimento di diritto del lavoro nautico”.

A far data dal 15 marzo 2010 è entrata a far parte dello “Studio Legale Zunarelli e Associati” – di estrazione scientifica accreditato a livello internazione nel settore della navigazione e dei trasporti – nel ruolo di senior partner, Responsabile della sede romana e Responsabile del Dipartimento di Diritto del Lavoro nautico e di Diritto del Lavoro comune.

Il 1° gennaio 2015 ha costituito lo studio legale Employment & Sea Law – Avvocati giuslavoristi, frutto di una alleanza tra lo studio legale del Prof. Avv. Claudio Scognamiglio, ordinario presso l’Università di Roma “Tor Vergata” e lo studio legale Schiavone & Partners (avv. Enrico Claudio Schiavone), quale realtà professionale dedicata alla consulenza in favore di compagini societarie – nazionali ed estere – appartenenti al settore creditizio, industriale, metalmeccanico, energia e petrolio, chimico, commerciale/servizi/turismo, pubblico, armatoriale, trasporti, ecc. sia nella fase fisiologica della vita dell’impresa – dalla gestione del rapporto individuale di lavoro/gestione risorse umane, alla cura delle relazioni industriali/sindacali, anche attraverso l’adozione delle procedure degli ammortizzatori sociali -, che in quella patologica del contenzioso giuslavoristico su tutto il territorio nazionale, curando ogni grado del giudizio.

In particolare, ha maturato una peculiare expertise nella specifica branca del “diritto del lavoro nautico”, offrendo, da circa 20 anni,  assistenza a realtà imprenditoriali armatoriali di rilievo mondiale e nazionale, nonché alle associazioni sindacali di categoria datoriali nazionali del comparto marittimo.

La casistica affrontata nel corso dei lunghi anni, estremamente varia, ha infatti consentito di esplorare i peculiari istituti del rapporto di lavoro nautico – “speciali” – dando luogo ad una nutrita “raccolta” di pronunce, che costituiscono precedenti giurisprudenziali significativi in ambito nazionale, in materia di contratto di arruolamento (rapporto speciale individuale di lavoro nautico); nozione di equipaggio; nozione di gerarchia di bordo e relativi gradi di bordo, anche ai fini della azioni giudiziarie di riconoscimento della “qualifica superiore”; orario di lavoro; salute e sicurezza a bordo delle navi; safety and security; giudizi di inidoneità permanente alla navigazione e relative conseguenze; licenziamenti individuali disposti nei confronti dei marittimi in conformità alla specialità del contratto di arruolamento; procedure di licenziamenti collettivi da applicarsi ai contratti di arruolamento; procedure di trasferimenti d’azienda da applicarsi ai contratti di arruolamento. Ogni istituto di diritto del lavoro nautico – pur speciale – deve, peraltro, necessariamente “fare i conti” con tutte le riforme che intervengono incessantemente nell’ambito del diritto del lavoro comune.

La consulenza in favore delle compagini armatoriali si focalizza, altresì, nella cura della gestione e assistenza nelle relazioni industriali/sindacali, procedure di dismissione e cambio di bandiera (da bandiera Italiana a bandiera UE o bandiera ExtraUe) e conseguenze sui contratti di arruolamento dei membri degli equipaggi; procedure di vendita nave e conseguenze sui contratti di arruolamento dei membri degli equipaggi; consulenza legale in materia di giurisdizione internazionale e diritto del lavoro nautico internazionale, ecc.

Il consolidamento, negli anni, della peculiare expertise in materia di rapporto di lavoro nautico ha consentito la realizzazione, altresì, di sinergie scientifiche con le Istituzioni Pubbliche, Enti, Istituzioni, Associazioni di categoria di rilievo nazionale, concretizzatesi anche nella costituzione di gruppi di studio – all’interno dei quali è stata chiamata quale esperta della materia – volti alla ideazione ed elaborazione di significative riforme, di ampio respiro, nel “mondo marittimo”, nonché di tavoli tecnici all’uopo costituiti dedicati allo studio dell’applicabilità – o meno – al lavoro nautico delle molteplici riforme che vengono emanate nell’ambito del diritto del lavoro comune, ai lavori relativi ai quesiti che vengono posti dall’I.L.O. in materia di diritto del lavoro nautico, ai lavori concernenti l’entrata in vigore di Convenzioni internazionali in materia di lavoro marittimo e relative leggi di ratifica dello Stato Italiano, nonché l’attuazione di direttive comunitarie, ai lavori riguardanti la emanazione di circolari ministeriali in materia di diritto del lavoro nautico, rinnovi di tutti i contratti collettivi nazionali di lavoro del comparto mare, ecc.

E’ consulente del Servizio Relazioni Sindacali Nazionale di CONFITARMA – Confederazione Italiana Armatori.

Nell’ambito degli relazioni professionali, interagisce con gli Enti Pubblici competenti in materia di diritto del lavoro nautico, quali Autorità Marittime Capitanerie di Porto, Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, Ministero Infrastrutture e trasporti – Trasporto Marittimo, Inail settore navigazione (ex Ipsema), Inps.

E’ socia AGI Lazio

E’ socia di The International Propeller Club – Porto di Napoli

Attività convegnistica e docenze

  • Relatore nell’ambito dell’evento organizzato per la costituzione del dipartimento di diritto del lavoro nautico (Pavia e Ansaldo). Relazione: “gente di mare” (conferenza stampa del 1° luglio 2008 alla quale hanno partecipato anche gli esponenti più autorevoli delle Istituzioni della Repubblica Italiana appartenenti al “mondo dello shipping”: Confitarma, Ipsema, Ministero Infrastrutture e Trasporti – Direzione marittima, lacuale e fluviale – Ministero del Lavoro, unitamente a rappresentanti delle macrostrutture imprese armatoriali internazionali e nazionali).
  • Convegno “Le nuove esigenze formative ed opportunità professionali nel cluster marittimo” organizzato dall’Università degli Studi di Napoli “Parthenope” – Relazione: “Le competenze necessarie per cogliere le opportunità di crescita” (2009)
  • Seminario “Non è vero che Nave e Terminal si palleggiano la sicurezza nei porti” promosso dal Propeller Club Port of Naples in collaborazione con Confitarma, presso il Centro Congressi – Terminal Napoli – Stazione Marittima – Relazione: “Testo unico sulla sicurezza sul lavoro (d.lgs.81/08) ” Al via il processo normativo per l’adeguamento e l’armonizzazione della sicurezza sul lavoro nel settore delle attività portuali e a bordo delle navi. Le Istituzioni si confrontano con il cluster marittimo per finalizzare l’attività legislativa ed il crescente impegno imprenditoriale per migliorare la tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori (2009).
  • Convegno “Nuove rotte per la Sicurezza SHIPPING & SAFETY” a bordo della Nave la Suprema, Ponte dei Mille, Genova – Relazione: “L’impatto del d.lgs 231/01 sulle imprese di navigazione” (2009)
  • Docenza in materia di “Il lavoro nautico” nell’ambito del Master universitario di I livello in “Economia, diritto e politiche del mare – SeaMaster” – Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Sassari, Sede di Olbia (2010)
  • Docenza in materia di “Il regime del lavoro nautico” nell’ambito del Dottorato in Diritto Europeo dei contratti civili, commerciali e del lavoro – Dipartimento di Economia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (2011);
  • Seminario “Questioni attuali di diritto della navigazione e dei trasporti” organizzato da ASLA – Associazione Studi Legali Associati Delegazione Regionale per il Friuli Venezia-Giulia con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Trieste, di AIDIM – Associazione Italiana di Diritto Marittimo e Camera di Commercio di Trieste, presso il Savoia Excelsior Palace – Trieste. Relazione: “Il contratto di arruolamento tra diritto della navigazione e diritto del lavoro comune” (2011);
  • Docenza nell’ambito del corso di diritto della navigazione presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” Chieti – Pescara, Facoltà di Economia: Il regime del lavoro nautico (2012);
  • Convegno “La sicurezza nel lavoro nautico” organizzato da UIA – Union Internationale des Avocats – Comitato Regionale della Regione Campania, presso il Palazzo di Giustizia – Napoli. Relazione: “Gli obblighi di sicurezza sul lavoro a bordo della nave e le deleghe di funzioni” (2012);
  • Convegno “MLC 2006: stato di implementazione” organizzato da ILO – International Labour Organization – presso il Ministero dei Trasporti – Roma. Relazione: “Tipologia contratti di arruolamento alla luce della MLC” (2014);
  • Co-estensore del Progetto di Legge – ESIN – Ente Sociale Italiano della Navigazione – proposta di legge depositata in data 28 ottobre 2010 – Atto Camera dei Deputati 2863 (presentata dal Presidente Commissione Lavoro Camera dei Deputati – Onle Moffa);
  • E’ costantemente impegnata in giornate di workshop presso le Imprese Armatoriali aventi ad oggetto: tipologie di contratti di arruolamento; licenziamenti individuali; procedure di licenziamenti collettivi; procedure di trasferimento ramo d’azienda armatoriale; safety e security, ecc

Boutique di Eccellenza dell’Anno Consulenza Diritto del Lavoro Nautico 2018
Per essere una realtà professionale caratterizzata per la peculiare esperienza nell’assistenza a realtà imprenditoriali armatoriali di rilievo mondiale e nazionale in ogni grado del giudizio, ponendosi come punto di riferimento nella specifica branca giuridica del diritto del Lavoro Nautico